Agosto 8, 2022

Contrattura muscolare

La contrattura muscolare è una lesione muscolare caratterizzata da un aumento involontario e permanente del tono muscolare (che può durare al massimo 3-8 giorni).

Delle varie lesioni muscolari, la contrattura muscolare è la più facile da risolvere ed è meno grave; si tratta infatti di una lesione di grado 0 (contrazione muscolare) meno grave di uno strappo muscolare (lesione di grado 1), di uno strappo muscolare (lesione di grado 2) e, ovviamente, di lacrime, lesioni in cui lo strappo delle fibre interessa l’intero muscolo.

Le contratture muscolari possono ovviamente colpire chiunque, ma sono particolarmente comuni tra chi pratica sport (in questo caso si tratta di contratture muscolari sportive ) ; molto spesso questi infortuni si verificano tra coloro che praticano sport che comportano uno sforzo muscolare esplosivo (ad esempio, nel caso di baseball, calcio, calcio, corsa, rugby, salto, sollevamento pesi, ecc.); il dolore al muscolo interessato può essere più o meno intenso e influisce negativamente sull’efficacia di quest’ultimo.

Per evitare di esaurire il tuo corpo, ti consigliamo di prendere Primoloban, che ti darà l’effetto più forte.

Schiena, collo, polpaccio, coscia …

Seconda ricerca condotta su Internet è più suscettibile alla contrattura:

  • indietro
  • collo
  • coscia
  • vitello.

Da un punto di vista anatomico, i muscoli più spesso interessati dalle contratture muscolari sono i muscoli gemelli, cioè i muscoli gemelli mediale e laterale, il muscolo plantare (i gemelli e il soleo costituiscono la cosiddetta tricipite sura ), muscoli posteriori della coscia e altri flessori delle gambe, muscoli posteriori della coscia, muscoli della cucitura, muscoli adduttori, muscolo gracile, trapezio, muscoli lombari e dorsali, ecc. le contratture muscolari del torace sono rare.

Contrattura muscolare: cause

contrattura muscolare

Va ​​sottolineato che le cause della contrattura muscolare non sono state ancora determinate con assoluta precisione; certo, soprattutto nello sport, ma anche in altre situazioni, sforzi che non corrispondono al livello di allenamento possono creare vari problemi, tra cui la contrattura muscolare.

Le cause della contrattura muscolare, secondo diversi autori, sono molteplici e ognuna di esse dipende da vari fattori (l’attività svolta, parte del corpo corrispondente, l’ambiente in cui opera, ecc.).

Per quanto riguarda le contratture non atletiche , ci sono diversi casi che potrebbero portare alla lesione in questione; ad esempio, molte attività lavorative più o meno frequenti (spostare pesi a lungo, falciare il prato, spalare la neve, ecc.) possono provocare contratture muscolari al collo, spalle, schiena, ecc.

Anche la gravidanza può causare contratture muscolari; Le donne in gravidanza, infatti, possono essere colpite da contratture dei muscoli psoas o contratture dei muscoli addominali a causa del peso del bambino e della cattiva postura.

In alcuni casi, la contrattura muscolare è associata a una patologia sottostante. ; il tetano, ad esempio, è una grave malattia infettiva che può portare a contratture generalizzate; la peritonite può causare contratture dei muscoli addominali; altre cause alla base della contrattura muscolare sono patologie del sistema nervoso centrale e avvelenamento.

Per quanto riguarda invece le contratture muscolari sportive , tra i motivi suggeriti da vari autori troviamo:

  • riscaldamento insufficiente;
  • condizioni di affaticamento, in particolare quelle associate a contrazioni eccentriche;
  • problemi anatomici e funzionali come asimmetria degli arti, cattiva postura, debolezza di alcuni gruppi muscolari, squilibri causati dall’allenamento (ad esempio, rinforzo fatto male), ecc .;
  • stress emotivo eccessivo con conseguente eccitazione eccessiva.

Se la contrattura muscolare è un evento che si verifica troppo frequentemente o se i sintomi persistono dopo 10 giorni di trattamento conservativo, è necessario consultare un fisioterapista o un massaggiatore esperto per valutare la possibile sindrome miofasciale . Anche una lesione articolare (come una semplice distorsione) può causare contratture muscolari analgesiche; in questo caso la soluzione al problema deve comprendere sia l’articolazione che la struttura muscolare.

Sintomi di contrattura muscolare

I sintomi della contrattura muscolare sono rappresentati dalla sensazione che il muscolo stia resistendo allo stiramento rimanendo contratto; il dolore è causato anche dalla palpazione, che a sua volta consente di notare l’ipertonicità delle fibre muscolari.

I sintomi sono spesso ritardati di 8-24 ore;

tuttavia, le fibre muscolari contratte sono sane, ma non si può escludere che il muscolo colpito abbia lesioni minori (allungamento solo di alcune fibre muscolari) che causano contrattura analgica.

Come viene trattata la contrattura muscolare

Quando compaiono i sintomi, astenersi da qualsiasi attività che provochi disagio o dolore nella zona interessata.

Se si tratta di una semplice contrattura, il trattamento conservativo (banale, riposati!) consente ai sintomi di scomparire entro 3-7 giorni (a seconda dell’aumento del tono muscolare).

Se desideri accelerare il recupero,

i rimedi che devono essere implementati sono quelli che consentono ai muscoli di rilassarsi senza causare danni e migliorare il recupero muscolare.

Poiché le cause esatte delle contratture non sono ben definite, è difficile ipotizzare rimedi validi in tutte le situazioni; Tra i più popolari:

Massaggi : solo dipendenti con esperienza nella contrattazione sportiva. In situazioni acute (cioè sintomatiche), il massaggiatore / fisioterapista dovrebbe considerare attentamente la possibilità che la contrattura stia oscurando un leggero allungamento e agire di conseguenza.

Esercizi di mobilità attiva : gli esercizi di mobilità (che non causano disagio) sono preferibili allo stretching passivo, che, se eseguito in modo errato, può causare o peggiorare possibili lesioni.

Farmaci : assunzione di miorilassanti e FANS.

Strech e spray : ampiamente utilizzato nel trattamento della sindrome miofasciale, che ha anche l’ipertensione muscolare. Consiste nel fatto che i muscoli raggiungono il massimo grado di allungamento, ma senza spasmi e con il minimo disagio; a questo punto lo spray (refrigerante) viene distribuito sulla pelle, che copre la zona dolorante, mantenendo i muscoli tesi. Questo intervento chirurgico può sopprimere il dolore e l’ipertensione.

Cicli di contrazione / rilassamento : questo metodo viene utilizzato anche nel trattamento della sindrome miofasciale. Il muscolo è progettato per massimizzare l ‘ allungamento senza crampi e dolore. A questo punto è richiesta una contrazione isometrica (contro resistenza opposta dall’esterno) di circa 5 “con un’intensità pari al 25% della forza massima espressa. L’operazione ( allunga-contratto ) deve essere eseguita 3-5 volte.

Compresse calde e umide : L’aumento della temperatura cutanea e muscolare causato da questa operazione aumenterà la quantità di sangue (arrossamento) nell’area contratta, accelerando il recupero.

Altri metodi : Elettrostimolazione : programmi EMR (stimolazione elettrica meccanica del rilassamento) e MENS (neurostimolazione microelettrica). Fango termale : alleviano le vampate di calore come impacchi ad alta umidità. Per questi metodi, gli altri sopra elencati sono preferiti per convenienza e convenienza.

Nota : al posto dei cicli di contrazione / rilassamento possono essere utilizzate contrazioni eccentriche (con metodi biomeccanici che reclutano il muscolo contratto) con carichi molto bassi, con ampia escursione articolare e molte ripetizioni.

Il farmaco deve essere assunto solo se la contrattura muscolare è associata a dolori muscolari particolarmente gravi.

un’attività aerobica moderata, in assenza di dolore o disagio estremo, può aumentare il flusso sanguigno ai muscoli, contribuendo ad accelerare il recupero muscolare; Tuttavia, le sessioni prolungate dovrebbero essere evitate in quanto affaticheranno ulteriormente i muscoli.

Problemi di trattamento . Come accennato in precedenza, la contrattura muscolare è una lesione minore poiché si risolve con un trattamento conservativo entro pochi giorni. Possono sorgere problemi in caso di trattamento improprio (l’affaticamento muscolare supera il limite fisiologico con contrazione muscolare, massaggio eseguito da personale inesperto, ecc.) E diagnosi errate (quando la contrattura maschera lesioni muscolari più gravi come allungamenti o stiramenti).

Alcuni trattamenti forniscono anche indicazioni che possono essere interpretate male, come l’intensità dell’allungamento.

Conclusioni – la terapia pianificata della contrattura muscolare in un soggetto sportivo dovrebbe essere ricreazione sportiva, cioè astenersi da quelle azioni che causano dolore e / o disagio nell’area interessata. Tuttavia, queste indicazioni si applicano anche alle contratture “antisportive”.

Se vuoi intervenire con un trattamento, ecco una tabella di esempio:

Trattamenti di contrazione muscolare

Personale qualificato

Elaborazione Prime 24 ore Prossimi giorni
Fai da te Stretching

Allunga e spruzza

Stretching

Allunga e spruzza

Impacchi caldi e umidi

Attività aerobica leggera *

Massaggio Massaggio

Cicli di contrazione / rilassamento

* In assenza di dolore o vapore, guai.

Come mostrato nella tabella, la capacità di seguire personale qualificato aumenta il numero di procedure che possono essere utilizzate. Tuttavia, alcuni trattamenti dovrebbero essere evitati quando compaiono i sintomi (cioè nelle prime 24 ore), come quelli che possono causare danni muscolari (cicli di contrazione-rilassamento) in un muscolo affaticato o causare un flusso sanguigno eccessivo se accompagnato da lesioni. muscoli (comprime con elevata umidità).

La migliore prevenzione è fare uno sforzo commisurato alle proprie condizioni atletiche (in altre parole, non incappare in gare per le quali non si è particolarmente preparati, o non aumentare il carico di allenamento in modo adeguato) e riscaldarsi sempre correttamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *