Ottobre 28, 2020

Borsite al tallone

Con il termine borsite del tallone si intende generalmente borsite retrocalcaneare (o, più comunemente, borsite calcaneare o borsite del tallone) e borsite sottocutanea; Si tratta di processi infiammatori che interessano il sacco sieroso retrocalcanico o sottocutaneo, sacche situate nell’area di inserzione del tendine di Achille sul tallone, rispettivamente, tra il tendine e il tallone, per via sottocutanea.

La borsite del tallone provoca dolore al tallone e / o parte della pianta del piede, anche di notevole intensità. Le borse colpite sono sensibili alla pressione e il tallone appare rosso e gonfio.

Motivi

Le cause della borsite del tallone possono essere molto diverse; in alcuni casi il problema è anatomico; ad esempio, questo vale per i soggetti con sperone calcaneare (una malattia che può colpire sia chi pratica sport sia persone sedentarie; in generale il problema colpisce più di 40 anni), morbo di Haglund (osteocondrosi dell’apofisi posteriore del tallone, un tipo di osteocondrosi che solitamente colpisce soggetti di età compresa tra gli 8 ei 13 anni) o un piede cavo (una deformità che può essere congenita o acquisita, caratterizzata da un aumento dell’altezza dell’arco plantare).

La borsite del tallone può anche essere associata all’uso di scarpe inadeguate o eccessivamente consumate (si noti che anche una soletta mal progettata, come un contatto tacco-scarpa troppo spesso e eccessivamente sollevato, può causare borsite) mentre come in altri casi, il problema può essere causato da un addestramento eccessivo o improprio.

Borsite al tallone: ​​segni e sintomi

Una persona con borsite retrocalcaneare di solito avverte dolore mentre cammina, durante i movimenti dell’articolazione della caviglia (con o senza carico); dolore alla pressione sulla parte interessata dal processo infiammatorio, forse, nei casi più gravi, particolarmente intenso, così grave da sembrare insopportabile.

Come accennato all’inizio, il tallone appare gonfio e rosso.

Diagnostica

borsiti del calcagno

Gli esami ecografici e radiografici possono rivelare processi infiammatori e rivelare eventuali patologie ad essi associate. In caso di borsite calcaneare, l’ecografia mostrerà un netto ispessimento della borsa infiammatoria.

Il vero problema della borsite calcaneare è la diagnosi differenziale con le patologie del tendine d’Achille, tendine e tendinite inserzionale, una vera e propria persona spaventosa per chi fa sport.

Coloro che comprendono la genesi della borsite capiranno l’efficacia di un semplice test per distinguere tra infiammazione tendinea e borsite.

Cammina o accovacciati su una superficie piana a piedi nudi. Nel caso della borsite, il dolore è chiaramente alleviato, mentre nel caso della componente dolorosa da inserzione non c’è differenza distinguibile.

Trattamento della borsite del tallone

Quando la borsite è associata a problemi anatomici, il problema può essere particolarmente difficile, mentre il processo infiammatorio è causato da scarpe inadeguate o da un allenamento quantitativamente o qualitativamente inadeguato, la situazione può essere risolta abbastanza facilmente con un po ‘di buon senso: è necessario un periodo di stop di 15-20 giorni, durante i quali, oltre a prendere procedure semplici (crioterapia, pomate antinfiammatorie con medicazioni occlusive, antinfiammatorie nei primi 2-3 giorni di patologia, ecc.), è consigliabile indossare scarpe che possono irritare le borse, è meno possibile (si consigliano scarpe ortopediche, aperto sul retro).

Se i sintomi persistono, un esame ortopedico può raccomandare l’uso di mesoterapia o infiltrazione.

In alcuni casi, è necessario eseguire un’operazione per rimuovere le borse e cambiare il tallone. Se è necessario un intervento chirurgico, la ripresa delle attività sportive deve essere affrontata gradualmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *