Ottobre 23, 2020

Perdere peso fino a spezzarti il ​​cuore

La nostra indagine antidoping da tavolo, utilizzata principalmente per la perdita di peso, è in corso. Dopo l’efedrina, oggi è la volta del clenbuterolo, un composto broncodilatatore, ovvero un’ammina simpaticomimetica, con attività agonistica, azione prolungata e selettiva per i recettori β2-adrenergici.

Nel mondo dello sport, il clenbuterolo è noto principalmente per le sue forti proprietà termogeniche e lipolitiche. Un ottimo strumento per monitorare gli effetti termogenici di un farmaco è la misurazione della temperatura corporea. All’inizio della terapia con clenbuterolo, si osserva un aumento del mercurio, che rimarrà al di sopra dei valori normali per diversi giorni. Dopo due o tre settimane di uso continuo, questi valori rientrano nell’intervallo normale poiché il corpo sviluppa una sorta di resistenza ai farmaci.

Per questo, l’uso del clenbuterolo è solitamente ciclico con l’inclusione di due settimane e due settimane. Durante le settimane non lavorative, di solito viene assunto un bicchiere di caffeina ed efedrina per prolungare l’effetto di perdita di grasso.

I depositi di grasso fin dall’inizio dell’esistenza umana sono l’energia che accumuliamo per prepararci a gravi carenze alimentari. I controllori del processo di perdita di grasso (ossidazione lipidica) sono i recettori beta-andrenergici. Agendo su questi recettori, inibendoli, il clenbuterolo aiuta nella perdita di grasso.

AMORE PER MODELLI E BODYBUILDERS

Inutile dire che questo farmaco, incluso nell’elenco antidoping della WADA, è molto popolare tra coloro che lavorano con l’estetica o con i modelli. Il ciclo di clenbuterolo alternato a efedrina + caffeina, combinato con una dieta chetogenica (bassissimo apporto di carboidrati) uno o due mesi prima della sessione fotografica, si traduce in modelli molto secchi per assunzione e muscoli. chiaramente definito.

In diversi studi su animali, questo farmaco ha anche mostrato notevoli proprietà anaboliche se assunto a dosi elevate> 200 mg / giorno. Quando un atleta, bodybuilder, vicino alla competizione, smette di usare steroidi anabolizzanti per ottenere un risultato negativo del test antidoping, sostituisce questi prodotti con il clenbuterolo. Questa strategia viene adottata per limitare la perdita muscolare e migliorare la definizione.

OBBLIGO DELLA RICETTA MEDICA E REALTÀ DEI FATTI

Per ottenere il clenbuterolo nelle farmacie, viene venduto con nomi diversi, ma il più famoso è Monores, devi assolutamente avere una ricetta. Purtroppo, tuttavia, la realtà è spesso l’opposto della teoria. Nel corso di un esperimento che abbiamo condotto in dieci farmacie, entrando e contattando Monores con una richiesta di asma senza ricetta, otto di loro ce lo hanno venduto senza toccare le palpebre. Queste farmacie vendono doping, ma soprattutto una sostanza molto pericolosa senza alcun -o controllo.

Nel clenbuterolo, può causare effetti indesiderati come ansia, tremori, insonnia, mal di testa e tachicardia. Non solo, se assunto a dosi elevate per periodi prolungati, tende ad aumentare le dimensioni del cuore, compromettendone la funzionalità fino a provocare l’arresto cardiaco definitivo.

Sebbene il clenbuterolo sia un farmaco promettente (grazie alla sua capacità di influenzare positivamente la composizione corporea, ridurre il grasso e aumentare la massa muscolare), la presenza di gravi effetti collaterali dovrebbe indurre chiunque ad abbandonare l’idea di usarlo.

DIFFERENZA CON L’EPHEDRINA E RISCHIO DI SOVRADOSAGGIO

Il clenbuterolo e l’efedrina hanno effetti positivi e indesiderati molto simili, ma presentano due differenze significative. La prima differenza sta nella disponibilità e nel prezzo: l’efedrina è quasi introvabile, e sul mercato nero supera i 100 euro a confezione, mentre il Clenbuterolo si prende in farmacia a 10 euro a confezione. La seconda differenza, forse la più importante, è la durata di vita del farmaco nel nostro corpo: l’effetto dell’efedrina dura in media 4-6 ore, mentre l’effetto del clenbuterolo è in media di 36 ore. Ciò significa che se assumiamo 20 mg di clenbuterolo (una compressa) il lunedì e un’altra compressa alla stessa ora il giorno successivo, avremo due compresse di questa sostanza nel nostro corpo entro 12 ore. È facile capire come sia molto probabile la probabilità di dosi errate, oltre a causare un sovradosaggio. Non solo non scompariranno effettivamente in caso di effetti collaterali molto evidenti, ma ci sarà un disagio molto, molto duraturo per diverse ore. L’uomo è stato avvertito per metà salvato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *